Bruciare la città per dimostrare di essere un uomo

Anche questa settimana due serie recenti che nel nostro paese sono ancora inedite.

La prima è GANGS OF LONDON (Drama, Crime, Action|SKY|2020|1 stagione) con Joe Cole, Brian Vernel, Michelle Fairley, Narges Rashidi, Mark Lewis Jones. In Italia andrà in onda dal 06 luglio su Sky, i sottotitoli in inglese sono reperibili mentre per quelli in italiano, per ora, è disponibile solo il primo episodio. Per 20 anni, Finn Wallace è stato il criminale più potente di Londra. Miliardi di sterline scorrevano attraverso la sua organizzazione ogni anno. Ma ora è morto e nessuno sa chi ha ordinato l’omicidio. A questo punto spetta all’impulsivo Sean Wallace, con l’aiuto della famiglia Dumani guidata da Ed Dumani, prendere il posto di suo padre.

.::Cosa ne penso::.

Cupa, cruda e molto violenta. Tre aggettivi che riassumono molto bene la serie che sin dai primi minuti del pilot fa capire di non essere per tutti, perché la violenza sarà una costante così come i toni cupi. Una serie che mi ha tenuta incollata allo schermo, sia per le scene d’azione veloci, intense, violente e ben coreografate ma anche per l’intreccio che, nonostante non sia nulla di nuovo, riesce comunque nel suo intento, intrattenere. Perché è questo che fa Gangs of London. La trama ci porta in una Londra cupa che strizza l’occhio a Gotham City sia per toni sia per il crimine organizzato vista la presenza di gang criminali di diversa provenienza: albanesi, curdi, nigeriani, pakistani e zingari gallesi. Tutte queste bande sono rimaste unite per anni ma ora ognuna di loro vuole qualcosa in più ed è disposta a tutto per ottenerlo; anche se in realtà è un po’ tutto più complesso di come può sembrare. I personaggi hanno tutti il loro spazio e sono tutti ben sviluppati: in particolare la storia di Lale. Altra cosa che ho apprezzato è lo stile cinematografico che insieme all’ottimo cast fa di questa serie un buonissimo prodotto, forse uno dei più interessanti di questo periodo, sebbene la violenza sia esplicita ed estrema ma non del tutto insensata. Non so se ci sarà una seconda stagione ma nel caso la seguirò più che volentieri.

La seconda è BELGRAVIA (Period Drama|ITV|2020|1stagione) con Philip Glenister, Tamsin Grein, Emily Reid. In Italia è inedita ma i sottotitoli sono disponibili. Nella notte del 15 giugno 1815 a Bruxelles, i più alti ranghi della società inglese si ritrovano per partecipare ad una festa organizzata dalla Duchessa di Richmond. Nessuno dei partecipanti sa che quella sarà l’ultima volta in cui molti dei presenti potranno gustarsi un bicchiere di vino, conversare amabilmente e danzare con le proprie dame… Venticinque 25 anni dopo, quando le due famiglie si sono sistemate nel nuovo quartiere di Belgravia, l’eco degli eventi di quel ballo ed i suoi segreti continua a risuonare.

.::Cosa ne penso::.

Scritta da Julian Fellowes (sì, quello di Downton Abbey), che è anche autore dell’omonimo romanzo da cui è tratta la serie, come la maggior parte dei period drama parla di rapporti tra generazioni, scontri di classi sociali e ovviamente di amori più o meno facili. Nonostante abbia un andamento che non ti coglie mai di sorpresa (ovviamente qualche colpo di scena c’è), riesce a coinvolgerti e dopo pochi minuti ci si innamora di personaggi. Fellowes, grazie ad un ottima scrittura, riesce a dare sicurezze allo spettatore senza annoiare e a traghettarti in quel mondo così distante da noi.

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...